I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi acconsenti l'uso dei cookie.
Scopri di più Ho Capito
Dakar 2017
Roboforex is an official sponsor
of "Starikovich-Heskes Team"
at the Dakar 2017
Home / Principianti / Iniziamo ad operare sul Forex / Gestione del rischio nel Forex Trading
Fai una domanda
Non hai trovato le informazioni che cercavi? Fai le tue domande e ricevi una risposta online!
Avvia Chat
O inserisci il tuo numero di telefono nel mudolo sottostante e sarai ricontattao subito.
Per essere ricontattato




Gestione del rischio nel Forex Trading

Una strategia efficace di gestione del capitale è un attributo essenziale dei mercati finanziari. Senza una gestione del denaro di alta qualità è impossibile rimanere sul mercato del forex trading. Per il successo di trading online forex , il giocatore deve essere in grado di identificare i rischi in ogni transazione. Questo non solo per risparmiare denaro, ma anche per moltiplicarlo. Le regole di gestione del denaro includono i seguenti principi:

1. Investire non più della metà del capitale totale.

La percentuale del 50 % è il dato di Murphy. Esperti finanziari consigliano una percentuale più bassa: 5-30 % . Ciò significa che più della metà dei fondi propri del giocatore dovrebbe essere lasciato per l’utilizzo in situazioni inusuali e per continuare un lavoro efficace.

2. Investire meno del 10 - 15% del capitale totale in una posizione.

Questo consente di assicurarsi contro la devastazione causata dall’investimento di tutti i fondi in una transazione.

3. Il tasso di rischio in ogni transazione deve essere inferiore al 5 % del totale dei fondi.

Osservando questo principio il giocatore potrà limitare le perdite in una transazione al di sotto del 5 % del capitale totale. Alcuni analisti suggeriscono di ridurre questa cifra a 1,5-2%.

4. L’importo della caparra deve essere inferiore al 20 - 25% del capitale per ogni posizione aperta in un gruppo di strumenti.

I prezzi degli strumenti in un gruppo di solito si muovono in modo simile. L’apertura di una grande posizione in un gruppo è impraticabile per quanto concerne la diversificazione. Si deve sempre seguire la regola importante dell’investimento ottimale: tutti i fondi devono essere diversificati. Allocare il capitale in modo che resista, se una delle grandi offerte è inutile. Con un’adeguata diversificazione, il trading in perdita ѐ sempre compensato da quello redditizio.

5. Il livello di diversificazione del portafoglio.

La diversificazione è un modo affidabile per proteggersi dalla perdita di denaro, ma deve anche essere moderata. È necessario mantenere un equilibrio ragionevole tra diversificazione e concentrazione. Per la diversificazione di essere affidabile, è sufficiente aprire una posizione su 4-6 diversi gruppi di strumenti. La diversificazione variano in modo inversamente proporzionale con la correlazione tra gruppi di strumenti di trading. Se la correlazione è negativa, la diversificazione degli investimenti è forte.

6. Immissione di stop order (stop-loss).

Un ordine di stop loss viene impostato dal trader per evitare grandi perdite. Lo stop-loss è un prezzo fisso al quale un operatore chiude la posizione in caso di fluttuazioni sfavorevoli dei prezzi di mercato. Il livello di stop-loss è determinato dalla preparazione del trader per le perdite nella transazione e dall’analisi della situazione attuale del mercato.

Esempio: Un trader ha un deposito di $ 2.000. Dopo aver valutato la situazione del mercato, il trader apre una posizione long su EURUSD, cioè acquista euro per dollari. Il trader è pronto a investire il 10% del suo deposito nella transazione, con il livello di rischio del 3 % del deposito del trader.

Dato il livello di 1 a 100, il trader acquista 0,15 lot EURUSD al prezzo di 1,2930. In questo caso il trader fa un pagamento differito di 200 dollari (10 % del deposito).

Successivamente, il trader stabilisce un ordine di stop-loss. 3 % di $ 2000 è di $ 60. Questo significa che il trader continua a perdere fino a quando le perdite ammontano a $ 60. Una volta che la perdita supera $ 60, il trader chiude la posizione al prezzo di mercato (fissa le perdite).

Quando l' EURUSD raggiunge il livello di 1.2890 , il risultato finanziario della posizione del lot 0.15 EURUSD è $ 60. L’operatore chiude la posizione a 1.2890. Così, il trader ha fatto una perdita del 3 % del deposito, ma ha evitato la perdita di tutto il deposito, se il tasso di cambio EURUSD fosse sceso molto più in basso.

Prima di impostare un ordine di stop-loss un trader dovrebbe correttamente valutare la combinazione di fattori tecnici riflessi nel grafico dei prezzi e ricordarsi di proteggere i suoi fondi. Tanto più forte ai cambiamenti del mercato, tanto più lontano dal livello del prezzo corrente, lo stop-order devono essere impostato. Il trader è sempre interessato a fissare un ordine di stop-loss più vicino possibile al prezzo per ridurre al minimo le perdite da operazioni non riuscite. Tuttavia , gli stop-order impostati troppo vicino al prezzo possono impedire di beneficiare di numerose posizioni redditizie a causa delle fluttuazioni di prezzo a breve termine. Viceversa, gli stop-order impostati troppo lontani dal prezzo possono aumentare notevolmente il numero di transazioni non redditizie.

7. Determinazione del tasso di profitto.

Per ogni transazione potenziale, ci dovrebbe essere un rapporto determinato di profitti e perdite. Essi devono essere bilanciati con l’altro se il mercato online del trading di valuta si muove in una direzione indesiderata. Solitamente il rapporto è di 3 a 1. In caso contrario, l’operazione dovrebbe essere respinta. Ad esempio, se un commerciante sta rischiando $ 200, quindi il profitto potenziale della transazione deve essere $ 600.

Dal momento che un profitto significativo può essere raggiunto solo in un numero molto limitato di transazioni , deve essere fatto ogni sforzo per massimizzare il profitto. Per fare ciò, è necessario mantenere posizioni redditizie a lungo possibile. Ma non va dimenticato di minimizzare le perdite delle operazioni non redditizie.

8. Apertura di diverse posizioni.

Con l’apertura di poche posizioni in un solo strumento, l’operatore identifica il trading e la posizione di tendenza. Lo scopo delle posizioni commerciali è un trading a breve termine. Essi sono limitati alla chiusura di stop-order, che vengono eseguiti quando il prezzo raggiunge il livello di stop. Le posizioni di tendenza hanno stop-order più distanti e consentono alle posizioni di mantenersi sotto le minori fluttuazioni dei prezzi di mercato. Con queste posizioni, un operatore può raggiungere il maggior profitto.